Home » Recensioni e Offerte » Honor 90 recensione: pro e contro

Honor 90 recensione: pro e contro

Dopo essersi “distaccata” dalla “casa madre” Huawei, legata anche all’oramai noto “ban” da parte degli Stati Uniti, Honor ha riacquisito i servizi Google ed è ritornata con una buona forma di buoni propositi per sfondare nuovamente anche in Europa con modelli interessanti a prezzi considerabili competitivi. La recensione di oggi prende in esame l’Honor 90, uno dei modelli sicuramente più interessanti del periodo.

Honor 90 recensione: costruzione e design

Lo stile non manca a questo Honor 90, che si presenta con una finitura lucida e dimensioni “giuste” adatto anche all’uso ad una sola mano, 161.9 x 74.1 x 7.8, per un peso di 183 grammi non eccessivo e ben distribuito. E’ “tutta plastica” ma di qualità.

Honor 90 recensione: display e qualità

Paragonabile a schermi per smartphone più importanti, è un pannello AMOLED da 6.7″ 1200 x 2664 pixel di risoluzione con un buon 435 PPI. La frequenza di aggiornamento arriva fino a 120Hz ed il massimo di luminosità è un ottimo 1.600 nits. Decisamente uno dei punti di forza del dispositivo, rapido anche il sensore di sblocco con impronta presente sotto il display, rilevante il supporto HDR10+ in applicazioni terze come Netflix e Prime Video ed altre di streaming fin dal principio.

Honor 90 recensione: connettività e dotazione

Decisamente importante anche la dotazione, con la spillina togli SIM, il caricatore con il cavo che permette di usufruire di una ricarica di 66 Watt ed anche una cover di buona qualità. Presente oltre all’ovvio 5G di buona qualità WiFi dual-band, Bluetooth 5.2, NFC, e GPS che funziona bene, manca però il doppio altoparlante.

Honor 90 recensione: potenza e memoria

Affidabile e conosciuto il chipset, Snapdragon 7 Gen 1 affidato ad un sistema basato inizialmente su Android 13. Non sono presenti grossi problemi, anche se l’interfaccia non è modernissima. Disponibili due tagli di memoria da 8 o 12 di RAM e di 128/256. Manca il supporto SD.

Honor 90 recensione: comparto fotocamere

Ritorna sul contesto medio gamma nel comparto fotocamere che però è comunque più che buono: la camera principale è una ultra-clear da 200 megapixel con apertura f/1.9 , affiancata dalla seconda ultra-grandangolare da 12MP che ha un campo visivo massimo di 112 gradi e la macro è da 2 megapixel. La selfie cam è da 50 Megapixel. Foto adatte a quasi ogni condizione, buona anche la presenza di software per gli scatti professionali.

Batteria ed autonomia

Ottimo il caricabatterie, discreta l’usabilità di ricariche intelligenti che non vanno a stressare troppo il dispositivo, che è in grado di ricaricare al 100 % in poco più di mezz’ora. Si arriva comunque a sera con oltre il 30 % quasi sicuro anche a fronte di un buon utilizzo.

Conclusione

E’ un ottimo medio di gamma, per certi versi superiore alla media e non ha grossi difetti: in questo periodo è consigliabile prenderlo in considerazione con alcuni sconti.

Lascia un commento